Ovidio2017: OVIDII TABERNA dal 15 al 30 dicembre 2015 – Palazzo Sanità, 238 Sulmona

“Ovidio con le sue opere trionfa in tutto il mondo. Ma il suo regno, ove nacque e sviluppò la scintilla del suo genio immortale, è Sulmona. Il popolo di Sulmona non dimenticò mai il suo Grande Cantore… Così Giovanni Pansa concludeva il suo “Ovidio nel Medioevo e nella tradizione popolare” del 1924.

è nell’avvicinarci a piccoli passi al bimillenario della sua morte, le cui celebrazioni inizieranno nel 2017, vogliamo presentare una piccola collezione di testi ovidiani, la cui datazione spazia dal 1500 ai nostri giorni.

è la prima cosa che salta agli occhi è proprio ciò che evidenziava Pansa nel suo citato commento: la dimensione internazionale del poeta sulmonese. I testi in mostra provengono da ogni parte del mondo: Francia, Germania, Stati Uniti, Olanda, Belgio. Le opere, nella maggior parte, contengono tavole che ne rappresentano la trama, disegnate e incise dai più famosi artisti come, per citarne uno fra tutti, Picasso.  Gli editori sono i più celebri di ogni epoca: Manuzio, Platin, Bodoni. Gli stampatori hanno gareggiato per le migliori rilegature: cuoio, pergamena, pergamena a rilievo, chiusure. Le stampe sono sulle più pregiate carte, a volte anche profumate di essenze. I formati spaziano dal quarto grande al piccolissimo 24’’.

Gli occhi di tutto il mondo si sono posati sui versi di Ovidio, versi raccolti in queste carte che, alla fine del loro viaggio, sono tornate, per citare ancora Pansa, nel “regno” del poeta peligno: la città di Sulmona.

15 dicembre h 16.30
Letture Ovidiane Parte I: “Amore e Amori” a cura di Pasquale Di Giannantonio

16 dicembre h 17.30

“Un Thé con Ovidio” conversazioni a cura del liceo Classico di Sulmona

18 dicembre h 17.30
“La donna da accessoria a protagonista: la vera rivoluzione ovidiana” a cura della dott.ssa Rosanna D’Aurelio responsabile della biblioteca comunale Ovidio

19 dicembre h 17.30
“Temporary Ovidio” letture a cura del Liceo Classico di Sulmona

20 dicembre h 17.30
“La statua di Ovidio a Sulmona nel percorso artistico di Ettore Ferrari” a cura della dott.ssa Emanuela Ceccaroni, Archeoclub d’Italia sede di Sulmona

21 dicembre
Spettacolo Teatrale “il Banchetto del Lupo” a cura di ClasseMista

22 dicembre h 17.30
Orchestra del Polo Scientifico di Sulmona a seguire “Ercole in Ovidio: immagini di un dio” a cura del dott. Alessandro Bencivenga, associazione culturale “Amici del Certamen”

24 dicembre h 16.00/20.00
Banda di Muntagninjaz

25 dicembre h 16.00/20.00
Banda di Muntagninjaz

26 dicembre h 11.00
Duo Francesco Mammola e Lino Giusti, chitarra e mandolino

26 dicembre h 17.30
Letture Ovidiane parte II: “Le Metamorfosi” a cura di Pasquale Di Giannantonio

27 dicembre
Spettacolo Teatrale “il Banchetto del Lupo” a cura di ClasseMista

28 dicembre h 17.30
“La storia dell’uomo nei supporti scrittori” a cura della dott.ssa Beatrice Ricottilli, archivista di Stato

30 dicembre h 17.30
Letture Ovidiane parte III “Scritti dal Ponto” a cura di Pasquale Di Giannantonio


 

Ovid 2017: OVIDII TABERNA 15 to 30 December 2015  
Palazzo Sanità, Corso Ovidio, 238 Sulmona
“With his works, Ovid triumphs the world over,  but his kingdom, where he was born and developed the spark of his immortal genius, is Sulmona. The people of Sulmona have never forgotten their ‘Grand Cantore’ … “
This is how Giovanni Pansa concluded his work entitled “Ovid in the Middle Ages and in popular tradition” of 1924.
As we approach, with small steps, the two thousandth anniversary of his death with the celebrations beginning in 2017, we want to present a small collection of Ovidian texts dating from 1500 to the present day.
The first thing that springs to mind is what Pansa highlighted in his comment: that of the international dimension of the poet from Sulmona. The texts in the exhibition come from all over the world: from France, Germany, the USA, the Netherlands and Belgium. Most of the works contain illustrations which represent the plot, drawn and engraved by famous artists such as, to name but one, Picasso. The publishers are the most famous of their times: Manuzio, Platin, Bodoni. The printers competed for the best bindings using leather, vellum, parchment and clasps. The prints are on the most valuable paper, sometimes using scented essences. They range in size from a large quarto to a tiny 24”.
The eyes of the world have seen the verses of Ovid, verses which now, at the end of their journey, have been collected and are back, citing Pansa once again, in the “kingdom” of the Peligno poet: in the city of Sulmona.
December 15th 4.30pm
Reading Ovid Part I: “Love and Loves” read by Pasquale Di Giannantonio
December 16th 5.30pm
“Tea with Ovid” conversations by the students of the Classical High School of Sulmona
December 18th 5.30pm
“Woman from ancillary to protagonist: the true Ovidian revolution ” by Dr. Rosanna D’Aurelio from the Ovidio municipal library
December 19th 5.30pm
“Temporary Ovid” readings by the students of the Classical High School of Sulmona
December 20th 5.30pm
“The statue of Ovid in Sulmona in the artistic career of Ettore Ferrari” by Dr. Emanuela Ceccaroni from Sulmona’s section of the Archeoclub d’Italia
December 21st
“The Wolf’s Feast” performed by theatre company ClasseMista
December 22nd 5.30pm
The orchestra of Sulmona’s Polo Scientifico followed by “Hercules in Ovid: images of a God” by Dr. Alessandro Bencivenga from the cultural association “Friends of the Certamen”
Christmas Eve 4.00pm to 8.00pm
The Muntagninjazz Band
Christmas Day 4.00pm to 8.00pm
The Muntagninjazz Band
Boxing Day 11.00am
Francesco Mammola and Lino Giusti, guitar and mandolin duo
Boxing Day 5.30pm
Reading Ovid Part II: “The Metamorphosis” read by Pasquale Di Giannantonio
Dec. 27
“The Wolf’s Feast” performed by theatre company ClasseMista
December 28 5.30pm
“The history of man in writing tools” by Dr. Beatrice Ricottilli, state archivist
December 30 17.30pm
Reading Ovid Part III “Writings from Pontus” read by Pasquale Di Giannantonio

Comments are closed.